PESCATO NELLA RETE


Il morbillo in Italia nel 2007


= citazione di un antivaccinista        = il mio commento


"Serravalle:

"Nel 2007 si pensa che l'incidenza del morbillo sia stata di 0,08 casi per 1.000 bambini (rispetto a 0,04 casi/1.000 nel 2006). In totale sono stati segnalati solo 13 casi (0 casi al nord, 4 al centro e 9 al sud).

La mortalità - e in questo caso invece, i dati sono accurati - è bassissima, e riguarda soprattutto soggetti anziani, al di sopra dei 60 anni."

Fonte delle prime due frasi: http://www.spes.iss.it/risu2007.htm

Fonte dell'ultima frase: nessuna

Pagina 192 del libro "Bambini supervaccinati", - Eugenio Serravalle, Editore Il Leone Verde - prima edizione 2009

Il motivo per cui oggi in Italia l'incidenza del morbillo è molto bassa, è che la copertura della vaccinazione è aumentata di anno in anno. Purtroppo in alcune regioni è ancora troppo bassa per interrompere la circolazione del virus.

Se fosse vero che nel 2007 in tutta Italia sono stati segnalati solo 13 casi di morbillo avremmo già la certificazione dell'eliminazione del morbillo autoctono. Purtroppo però l'Italia è ancora uno dei paesi europei con la maggior incidenza di morbillo.

Per sapere come il dott. Serravalle è arrivato al numero 13 bisogna andare al sito del SPES da lui indicato. Li, in effetti c'è scritto "13 casi", ma non è il numero dei casi di morbillo totale segnalato in Italia. E' invece il numero di casi per 100.000 bambini da 0 a 14 anni, una stima che parte dalle segnalazioni dei pediatri sentinella. Si legge nel documento:

"Nel 2007 hanno partecipato a SPES 262 pediatri in totale, con una media di 193 partecipanti per mese (range: 150-236). Durante l’intero anno, la popolazione media in sorveglianza è stata di 168.736 bambini fino a 14 anni, pari al 2,0 % della popolazione nazionale della stessa fascia d’età."

Vediamo un po' come sono state in realtà le cose nel 2007. Leggiamo nel sito Epicentro dell'Istituto Superiore della Sanità" la sintesi di Eurosurveillance, Volume 13, Issue 29, 17 July 2008 Measles resurges in Italy: preliminary data from September 2007 to May 2008

"In particolare dal settembre 2007 ci si è trovati di fronte a un importante riemergere della malattia con epidemie riportate da varie Regioni. Dal 1 settembre 2007 al 30 maggio 2008 sono stati riportati 2079 casi di morbillo da 15 Regioni su 21, determinando un’incidenza in questi 9 mesi di 3,4 casi per 100 mila abitanti. Sono stati esclusi da questa analisi i casi con risultato di laboratorio negativo.

Un’ampia epidemia è cominciata a settembre 2007 in Piemonte tra un gruppo di adolescenti non vaccinati che erano stati nel Regno Unito per un viaggio di studio. Il caso indice è stato una ragazza di 17 anni che aveva sviluppato i sintomi due giorni dopo il rientro da Cambridge. Successivamente sono stati segnalati diversi focolai e, in particolare, sei Regioni hanno riportato il 93% dei casi nel periodo preso in considerazione: Piemonte (966 casi, 47% del totale), Lombardia (452 casi, 22% del totale), Lazio (183 casi, 9% del totale), Toscana (128 casi, 6%), Emilia Romagna (113 casi, 5%) e Veneto (87 casi, 4%). Gli altri casi sono stati riportati in Sardegna, nella Provincia autonoma di Trento, in Liguria, in Veneto, in Valle d’Aosta, nelle Marche, in Abruzzo, in Friuli Venezia Giulia e in Puglia."

Qui si vede una tabella con l'andamento dell'epidemia del 2007/08:

ALTRO CHE 13 CASI IN TUTTO!

In quest'epidemia è morta una bambini di 10 anni, non vaccinata perché affetta da una sindrome da immunodeficienza genetica, quindi aveva una importante controindicazione al vaccino. Da questo esempio si può vedere che la decisione di non vaccinare i propri figli può avere gravi conseguenze non solo per i propri ma anche per i bambini di altri.

Per la frase che la mortalità del morbillo riguarda soprattutto soggetti anziani, al di sopra di 60 anni, non ho parole. Forse fa confusione con l'influenza... E' estremamente raro che una persona di più di 60 anni non abbia ancora avuto il morbillo. Certo, è capitato che persone anziane si sono ammalati di morbillo ma sono casi del tutto eccezionali. Per esempio nell'epidemia del 2007/08 che ho descritto sopra c'è stato anche un caso in un/una 77enne. Ma morto è una bambina di 10 anni.

Nell'era prevaccinale il 90% dei morti riguardava la fascia d'età tra 0 a 5 anni e a 14 anni il 98% aveva già avuto il morbillo.



Home

copyright © Ulrike Schmidleithner - info ( at ) vaccinfo.it - 2008 - 2014 tutti i diritti riservati